Sostegno a favore del settore tessile

Con il decreto del Ministro Giorgetti del 18 maggio 2021,  sono state ampliate le attività dell’industria tessile che possono accedere ai contributi a fondo perduto, misure finalizzate a sostenere l’industria del tessile, della moda e degli accessori, con particolare riguardo alle start-up che investono nel design e nella creazione, nonché allo scopo di promuovere i giovani talenti di tale settore che valorizzano prodotti made in Italy di alto contenuto artistico e creativo.

A disposizione dei settori ci sono 5 milioni di euro e il contributo sarà concesso nella misura del 50% delle spese sostenute ammissibili.

Possono beneficiare di tali agevolazioni tutte le imprese di piccola dimensione, di nuova o recente costituzione, operanti nell’industria del tessile purché siano non quotate e non abbiano rilevato l’attività di un’altra impresa e che non siano state costituite a seguito di fusioni.

Requisiti per la presentazione della domanda:

  • risultare iscritte e attive nel Registro delle imprese della Camera di commercio territorialmente competente da non più di 5 anni;
  • svolgere l’attività economica in Italia;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali e alla data del 31 dicembre 2019 non dovevano essere in una situazione di difficoltà;
  • essere in regola con gli obblighi contributivi;
  • non aver ancora distribuito utili.

Le imprese che posseggono i requisiti e intendono accedere alle agevolazioni devono presentare progetti di investimento ammissibili, volti alla:

  • Realizzazione di nuovi elementi di design;
  • Introduzione nell’impresa di innovazioni di processo produttivo;
  • Realizzazione e utilizzo di tessuti innovativi;
  • Introduzione nell’impresa di innovazioni digitali;
  • Utilizzo di tessuti derivanti da fonti rinnovabili o dal riciclo di materiali usati.

Tali progetti devono essere realizzati dai soggetti beneficiari presso la propria sede operativa ubicata in Italia, prevedere spese ammissibili compresi tra 50.000,00 e 200.000,00 euro ed essere ultimati entro 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni.

Sono ammissibili tutte quelle spese funzionali alla realizzazione dei progetti di investimento relative a:

  • acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica e le relative spese di installazione,
  • brevetti, programmi informatici e licenze software
  • formazione del personale (in misura non superiore al 10% dell’importo del progetto)
  • capitale circolante (materie prime, servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa, godimento beni di terzi, personale impiegato nella realizzazione del progetto di investimento) nel limite del 20% delle spese dei punti precedenti.

I termini e le modalità di presentazione delle domande (esclusivamente in modalità telematica) saranno stabiliti con un provvedimento ministeriale successivo con il quale verranno messi a disposizione gli schemi in base ai quali devono essere presentate le domande di agevolazione che saranno valutate con procedimento a sportello.

Questi i codici  Ateco delle attività interessate:

13.10.00 Preparazione e filatura di fibre tessili
13.20.00 Tessitura
13.30.00 Finissaggio dei tessili, degli articoli di vestiario e attività similari
13.91.00 Fabbricazione di tessuti a maglia
13.92.10 Confezionamento di biancheria da letto, da tavola e per l’arredamento
13.92.20 Fabbricazione di articoli in materie tessili nca
13.93.00 Fabbricazione di tappeti e moquette
13.94.00 Fabbricazione di spago, corde, funi e reti
13.95.00 Fabbricazione di tessuti non tessuti e di articoli in tali materie (esclusi gli articoli di abbigliamento)
13.96.10 Fabbricazione di nastri, etichette e passamanerie di fibre tessili
13.96.20 Fabbricazione di altri articoli tessili tecnici ed industriali
13.99.10 Fabbricazione di ricami
13.99.20 Fabbricazione di tulle, pizzi e merletti
13.99.90 Fabbricazione di feltro e articoli tessili diversi
14.11.00 Confezione di abbigliamento in pelle e similpelle
14.12.00 Confezione di camici, divise ed altri indumenti da lavoro
14.13.10 Confezione in serie di abbigliamento esterno
14.13.20 Sartoria e confezione su misura di abbigliamento esterno
14.14.00 Confezione di camicie, T-shirt, corsetteria e altra biancheria intima
14.19.10 Confezioni varie e accessori per l’abbigliamento
14.19.21 Fabbricazione di calzature realizzate in materiale tessile senza suole applicate
14.19.29 Confezioni di abbigliamento sportivo o di altri indumenti particolari
14.20.00 Confezione di articoli in pelliccia
14.31.00 Fabbricazione di articoli di calzetteria in maglia
14.39.00 Fabbricazione di pullover, cardigan ed altri articoli simili a maglia
15.11.00 Preparazione e concia del cuoio e pelle; preparazione e tintura di pellicce
15.12.01 Fabbricazione di frustini e scudisci per equitazione
15.12.09 Fabbricazione di altri articoli da viaggio, borse e simili, pelletteria e selleria
15.20.10 Fabbricazione di calzature
15.20.20 Fabbricazione di parti in cuoio per calzature
16.29.11 Fabbricazione di parti in legno per calzature
16.29.12 Fabbricazione di manici di ombrelli, bastoni e simili
20.42.00 Fabbricazione di prodotti per toletta: profumi, cosmetici, saponi e simili
20.59.60 Fabbricazione di prodotti ausiliari per le industrie tessili e del cuoio
32.12.10 Fabbricazione di oggetti di gioielleria ed oreficeria in metalli preziosi o rivestiti di metalli preziosi
32.12.20 Lavorazione di pietre preziose e semipreziose per gioielleria e per uso industriale
32.13.01 Fabbricazione di cinturini metallici per orologi (esclusi quelli in metalli preziosi)
32.13.09 Fabbricazione di bigiotteria e articoli simili nca
32.50.50 Fabbricazione di armature per occhiali di qualsiasi tipo; montatura in serie di occhiali comuni
32.99.20 Fabbricazione di ombrelli, bottoni, chiusure lampo, parrucche e affini
74.10.10 Attività di design di moda

 

 

Fonte www.mise.gov.it