Sollievo per i debitori protestati: cancellati d’ufficio tutti i protesti levati da settembre a gennaio

La legge di bilancio, approvata il 30 dicembre, ha previsto un concreto sostegno ai debitori protestati disponendo la cancellazione d’ufficio di tutti i protesti
levati da 1 settembre 2020 al 31 gennaio 2021. Conseguentemente le Camere di Commercio dovranno eliminare dai loro elenchi tutti i soggetti protestati nello stesso periodo.

Qui di seguito il testo dell’art. 1 comma 207

207. I termini di scadenza relativi a vaglia cambiari, cambiali e altri titoli di credito e ogni altro atto avente efficacia esecutiva, che ricadono o decorrono nel periodo dal 1° settembre 2020 al 31
gennaio 2021, sono sospesi fino al 31 gennaio 2021 ai sensi dell’articolo 11 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, convertito, con modificazioni,dalla legge 5 giugno 2020, n. 40. I protesti o le
constatazioni equivalenti gia’ levati nel predetto periodo sono cancellati d’ufficio. Non si fa luogo al rimborso di quanto gia’ riscosso.

Fonte: Gazzetta Ufficiale