In linea con la disciplina dell’Unione europea in materia di aiuti di Stato temporanei a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza da Covid-19, il decreto Ristori (decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176), dispone l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei datori di lavoro e dei lavoratori autonomi agricoli delle imprese appartenenti alle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura, comprese le aziende produttrici di vino e birra.

L’esonero riguarda la contribuzione relativa ai mesi di novembre 2020, dicembre 2020 e gennaio 2021.

La circolare INPS 8 settembre 2021, n. 131 fornisce le istruzioni operative riguardo all’ambito di applicazione delle disposizioni di legge, precisando i soggetti beneficiari dell’esonero, le istruzioni contabili relative ai lavoratori agricoli autonomi, ai datori di lavoro privati con dipendenti iscritti alla Gestione privata, ai datori di lavoro privati con dipendenti iscritti alla Gestione pubblica e ai datori di lavoro privati che versano la contribuzione agricola unificata per la manodopera agricola.

Nella circolare sono indicate la misura dell’esonero e le risorse stanziate, le compatibilità con la normativa in materia di aiuti di Stato, le modalità di accesso al beneficio e le istruzioni per la compilazione del flusso

Fonte INPS