Green Pass  obbligatorio dal 6 agosto

Il Consiglio dei Ministri riunitosi ieri, 22 luglio, ha affrontato diversi punti all’ordine del giorno per l’individuazione di misure urgenti volti a fronteggiare l’emergenza epidemiologica e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche.

In particolare il Consiglio dei Ministri ha deliberato la proroga fino al 31 dicembre 2021 dello stato di emergenza nazionale, ha individuato le modalità di utilizzo del Green Pass oltre che i nuovi criteri per la colorazione delle Regioni.

Per quanto riguarda il Green Pass, a partire dal prossimo 6 agosto, per poter svolgere alcune attività sarà necessario essere in possesso di:

  1. Certificazioni verdi Covid-19 (Green Pass), comprovanti l’inoculamento almeno della prima dose vaccinale Sars-CoV-2 o la guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi);
  2. Effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore).

Le attività in questione sono:

  • Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
  • Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
  • Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
  • Sagre e fiere, convegni e congressi;
  • Centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
  • Attività si sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • Concorsi pubblici.