Approvate ieri le linee d’indirizzo per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative dalla conferenza delle  Regioni.
Il documento fissa delle regole comuni per tutte le Regioni con criteri  meno rigidi rispetto a quelli previsti dai documenti tecnici dell’INAIL pubblicati nei giorni scorsi, in favore dei negozi, bar, ristoranti stabilimenti balneari, piscine, palestre, parchi, mercati,  uffici e studi professionali .